Posted on

Beauty E Benessere

Dentifricio. In caso di uno pochi brufoli Si considera il rimedio per eccellenza per le vere emergenze, in quanto è veloce e di facile applicazione. Lavarsi il viso con acqua tiepida e ricoprire i brufoli con un sottile strato di dentifricio. Lasciare il dentifricio per una decina diminuti e poi risciacquare la pelle. Il dentifricio tende a prosciugare il brufolo , seccandolo. Non applicare il dentifricio su una zona ampia di acne , in quantopotrebbe causare irritazione e quindi arrossamento. In caso di bruciore intenso, rimuovere il dentifricio prima dei dieci minuti.

L’ acne inizia a svilupparsi quando i pori della pelle si intasano con un tipo di olio chiamato sebo, che lubrifica la pelle e i capelli. Durante la pubertà, gli ormoni sessuali maschili (androgeni) aumentano in entrambi i bambini e le bambine, provocando le ghiandole sebacee a diventare più attive, il che provoca un aumento della produzione di sebo. Quando un follicolo è collegato, si crea acne. Eppure, alcune persone soffrono d’ acne fino a 40 – 50 anni. Bellezza 11 Novembre 2003 Si chiama Micro-Peeling ed è un trattamento antiacne semplice e sicuro oltre che molto efficace, per eliminare i brufoli e punti neri dal viso.

Il secondo caso, invece, ci permette di sfruttare una parte di pelle con pochi difetti e senza rughe per duplicare poi su tutto il viso queste proprietà. Solitamente la parte migliore è quella dello zigomo che risulta solitamente senza rughe e senza difetti evidenti. Questo metodo ci permette anche di togliere eventuali tracce di barba da foto maschili. Quali sono le cause dei brufoli sottopelle? Se non si è nella pubertà, le cause dei brufoli sotto pelle sono principalmente da ascriversi agli sbalzi ormonali (reazioni a particolari farmaci, gravidanza, ciclo) cattiva alimentazione (abuso di cibi zuccherini e grassi) stress, ansia, allergie (cibi, polvere, cosmetici).

In pratica la sera ci si pulisce strucca la pelle con una base lavante, si asciuga, si pone su un dischetto di cotone da strucco 4 5 gocce della lozione micro-peeling e poi si strofina il dischetto sulla zona da trattare, anche tutto il volto, passando e ripassando sulla stessa zona fino non percepire più l’umido della lozione. L’applicazione può essere effettuata tutte le sere secondo le indicazioni del dermatologo. Il trattamento provoca un graduale assottigliamento della pelle con liberazione dei comedoni, delle cisti ecc. Dà subito dei risultati? In Effects ci sono effetti che possono essere applicati su tutta la fotografia e che, sostanzialmente, modificano lo schema di colori.

Il quarto e ultimo step consiste nella rimozione del dentifricio che di certo non è semplice. Questo perchè nel frattempo si sarà indurito e perciò andrà eliminato con acqua calda e un panno morbido una spugna. Ogni pelle reagisce in modo diverso a questo trattamento per cui il successo non è assicurato. Andrebbe infatti prima testato, applicando parte del dentifricio su una zona del proprio viso. In linea di massima il dentifricio sui brufoli funziona e può aiutare ad asciugarli ma è un metodo sporadico che va accompagnato ad una pulizia quotidiana del viso.

In realtà i brufoli possono svilupparsi inqualsiasi parte del corpo tra cui anche in testa, soprattutto nella zona delloscalpo. I brufoli in testa in alcune situazioni possono diventare davverofastidiosi, arrivando a provocare dolore e prurito. Alcune persone dicono di preferirli visto che sono meno visibilie coperti dai capelli, ma spesso è una tortura doverli gestire. Nella maggiorparte dei casi i brufoli in testa, possono scomparire in pochi giorni in altresituazioni impiegano un tempo maggiore. Scopriamo insieme i nuovi prodotti specifici per la lotta contro questa problematica che, come vedreteaffligge tutte le fasce d’età, e impariamo qualche piccolo rimedioper aiutare la pelle a diventare giorno dopo giorno più sana ebella.

Come spiega l’esperta americana Lidya Wati , è importante mantenere pulita la propria pelle, evitando, però di alterarne chimicamente il ph. In questo modo si eviterà innanzitutto la proliferazione batterica , una delle cause principali della comparsa dell’acne. A questo proposito il dermatologo e chirurgo Dr. W. Patrick Davey suggerisce di evitare soluzioni astringenti a base di alcol, che possono essere troppo aggressive per la pelle, alterandone l’equilibrio. Non effettuate dei lavaggi di questo tipo, ma fate in modo che sia sempre ben idratata, per non danneggiare la sua barriera protettiva e infiammarla ulteriormente.”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s